Home / Comunicati Stampa / Sicurezza a C.Lago: la nostra proposta

Sicurezza a C.Lago: la nostra proposta

Il Movimento 5 stelle di Castiglione del lago ha presentato nella Commissione sicurezza del 22 gennaio 2015 (dopo averne parlato già noto in una prima Commissione del 18 settembre 2014) una proposta per affrontare il problema dei furti e della microcriminalità partendo dalla partecipazione attiva dei cittadini.

Il progetto si chiama “Controllo del Vicinato”, noto in Gran Bretagna negli anni ’80 e diffuso in molti paesi europei ed extra-europei, è attivo in Italia dal 2008 e coinvolge con risultati positivi ormai molti comuni italiani, tra cui anche Castel Ritaldi.

Il principio che sta alla base del progetto è semplice: una comunità solidale e attenta è anche una comunità più sicura, in supporto e diretta collaborazione con le Forze dell’Ordine.

Centrale è pertanto il coinvolgimento dei cittadini: a loro viene insegnato come eliminare le proprie vulnerabilità ambientali e comportamentali, nonché a prestare attenzione a ciò che avviene nel loro quartiere e a segnalare alla Forze dell’Ordine, attraverso dei coordinatori dei gruppi di Controllo del Vicinato, eventuali “situazioni anomale”, per esempio strani movimenti di automobili, presenze sospette ecc. Le aree in cui si sono formati i gruppi di Controllo del Vicinato vengono segnalate da appositi cartelli, che sono già un primo deterrente per i malintenzionati, e l’atmosfera di collaborazione e solidarietà che si diffonde tra gli abitanti contribuisce a ricreare quel senso di comunità che ad aggi sembra perso.

In Italia è nata un’associazione (Associazione Controllo del Vicinato – www.controllodelvicinato.it), con la quale il M5s ha già preso contatti, che ha messo insieme le esperienze dei vari gruppi locali e che, con l’aiuto di esperti, criminologi, avvocati, psicologi ecc., aiuta i gruppi e le Amministrazioni sia nelle fasi iniziali di pianificazione che nelle successive.

Il progetto – tengono a sottolineare il Movimento 5 stelle – non ha niente a che fare con le ronde di qualsiasi tipo e i cittadini che partecipano non pensano di sostituirsi alla Forze dell’ordine, devono solo stare più attenti a ciò che gli accade attorno.

Com’è ovvio, per poter attivare il progetto, sono necessari la volontà e l’impegno dell’Amministrazione e il Movimento 5 stelle castiglionese auspica che ciò avvenga al più presto visto che il problema dei furti e della microcriminalità è sempre più sentito dalla cittadinanza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*