Home / Ambiente e rifiuti / Rinvio a giudizio presidente TSA: M5S chiede dimissioni

Rinvio a giudizio presidente TSA: M5S chiede dimissioni

dimissioni_620
RINVIO A GIUDIZIO DEL PRESIDENTE DI TSA: IL M5S CHIEDE PULIZIA E DIMISSIONI IMMEDIATE
Il rinvio a giudizio di Roberto Lombrici per truffa e malversazione per la vicenda del campo di calcio di Prepo lo rende assolutamente incompatibile con qualunque incarico pubblico. E’ impensabile che Lombrici mantenga il ruolo di Presidente del Consiglio di Amministrazione di TSA, azienda partecipata al 52% dagli otto Comuni del Trasimeno e da Corciano.
Il MoVimento 5 Stelle ne chiede le immediate dimissioni, sottolineando il numero preoccupante di persone con problemi giudiziari che ruotano o hanno ruotato attorno alla gestione dei rifiuti nella nostra zona. Manlio Cerroni, già condannato in primo grado ad un anno ed otto mesi per falso in atto pubblicoe attualmente a processo per associazione a delinquere finalizzata al traffico di rifiuti, truffa aggravata, frode in pubbliche forniture e falso, ex socio ed ex amministratore delegato di GESENU. Giuseppe Sassaroli, ex direttore generale di Gesenu, ex amministratore delegato di TSA e attuale componente del Consiglio di Amministrazione di TSA condannato per lo sversamento di percolato nel torrente Mussino. Ed ora Lombrici.

Il MoVimento 5 Stelle rinnova quindi la richiesta di immediate dimissioni di Lombrici e chiede che venga finalmente fatta chiarezza nella gestione dei rifiuti dell’ATI 2.

I Consiglieri comunali e i Meetup di Città della Pieve, Corciano, Magione, Piegaro, Castiglione del Lago e Panicale

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*