TURISMO

Il turismo ha una forte rilevanza nell’economia di Castiglione del lago e del Trasimeno. Investe tutto il territorio, coinvolge pubblico e privato, settori dell’agricoltura, pesca, commercio. Da questo comparto può derivare un forte contributo nella crescita della qualità della vita. Va sostenuto nelle sue strategie di qualificazione, con una visione “alta” e “impegnata” rispetto a tematiche d’attualità quali la sostenibilità, con una progettualità condivisa e partecipata. Gli obiettivi riguardano il territorio, il sistema di imprese, la comunità dei cittadini. Il turismo è un sistema strategico che ha bisogno d’investimenti sia pubblici che privati per adeguare l’offerta ricettiva e i servizi (non ultima la mobilità), ma con standard di attenzione molto elevati che non passano inosservati al turista e che innestano spirali virtuose di crescita sostenibile e di qualità della vita anche per la comunità locale dei cittadini.

Obiettivi

  • Strategia comunicativa: è necessario elaborare un piano di promozione turistica per costruire e promuovere il marchio Castiglione del Lago.
    – Realizzare un nuovo portale turistico, moderno e aggiornato.
    – Prevedere l’uso di app che aggiorna in tempo reale il turista su smartphone sulle nuove iniziative
    – Castiglione CARD con sconti sugli ingressi ai musei, abbinata a brochure informativa delle cose da fare, da distribuire in alberghi e agriturismi della zona lago.
    – Coinvolgere le associazioni presenti nel territorio e i privati per creare nuovi progetti ed eventi da aggiungere all’offerta turistica.
    – Nel territorio comunale distribuire un libretto informativo su Castiglione del Lago e frazioni con tutte le iniziative, territorio, mappe, tour consigliati, per i turisti.
  • Coordinamento
    – Lavorare ad un calendario eventi pianificato su tutto l’anno che raggiunga target e interessi diversi (musica, arte, sport, altro), avvalendosi della collaborazione di associazioni e privati.
    – Incentivare le iniziative private dandogli un supporto pratico per la parte burocratica e comunicativa.
    – Valorizzare il ruolo della Biblioteca, come ente promotore di eventi culturali finalizzati alla conoscenza del territorio sia dal punto ambientale che storico, che coinvolgano cittadini, scuole e turisti.
    – Collaborare insieme agli altri enti pubblici alla rivitalizzazione del portale Itinerari al Trasimeno, fermo al 2012, per convogliare tutte le offerte turistiche pubbliche e private.
    – Creare una rete musealeche comprenda i vari musei, grandi, piccoli o privati presenti nel territorio comunale: l’inserimento di queste realtà museali in percorsi permetterebbe di valorizzarle e metterle in evidenza, al fine anche di convogliare il turismo nelle frazioni, laddove ci sono beni di interesse.
    – Il progetto si potrà ampliare coinvolgendo i vicini Comuni toscani e quelli facenti parte della neonata unione dei Comuni, creando anche itinerari turistici tematici.
    – Calendarizzare in modo puntuale tutte le manifestazioni e iniziative già esistenti nell’arco dell’anno con date certe senza sovrapposizioni di eventi.
  • Formazione: prevedere corsi di aggiornamento per dipendenti comunali e operatori nel settore turismo.
  • Turismo naturalistico: l’accresciuto interesse ambientale ogni anno muove considerevoli numeri di utenti italiani e stranieri per una vacanza all’insegna della natura. Oasi, riserve, parchi, ricevono sempre più richieste da un turismo mirato. Il concetto è quello di un turismo consapevole con il fine di conoscere l’ambiente garantendo un ritorno economico all’economia locale.
    – Area ex-Aeroporto: La zona dell’ex-aeroporto con il suo ambiente ancora intatto offre un’inestimabile potenzialità per attrarre un turismo amante dell’ambiente. L’area è l’ingresso verde del paese e deve essere strettamente connessa ad esso, isola Polvese compresa, respingendo l’idea di una zona autosufficiente dal punto di vista turistico. Interventi: • progetto di ripristino e mantenimento dell’acqua per i tre bacini ora in totale stato di abbandono; • ricostruzione del bosco igrofilo e l’aggiunta di filari e siepi che creino una schermatura di rispetto nei tre bacini. Risistemazione dei tre capanni di avvistamento già esistenti; • Pannelli descrittivi di specie di animali e vegetazione presenti nel luogo; • No alla realizzazione di un ristorante nell’edificio di sinistra dell’esedra; • Istituzione di un servizio navetta durante la stagione primaverile ed estiva, dall’area dell’ex-aeroporto verso il centro storico e il lungo lago; • aero club Trasimeno: dovranno essere imposte rigide regole che impongano l’utilizzo della sola parte prativa non oltrepassando la zona delimitata dalla casa del parco; • Creazione di un battello elettrico che funga da navetta di collegamento tra l’area e due attracchi nelle altre zone del lago (Lido Arezzo e Lido Comunale); • Realizzazione di un vero percorso interno pedonabile e ciclabile che costeggi la Pioppeta e conduca fino al lido Arezzo. • Miglioramento e manutenzione delle piste ciclabili già esistenti. • Studio di progetti ed eventi legati all’ambiente, alla natura, all’agricoltura ecc. da realizzare nell’area manifestazioni.
  • Centro storico e centro commerciale naturale: L’anima del centro storico sono i suoi abitanti e il piccolo commercio con la sua vitalità, l’Amministrazione deve elaborare un progetto per incentivare la residenzialità nel centro, in particolare dei giovani, e per differenziare le attività commerciali, favorendo l’apertura di botteghe artigiane e artistiche. Non c’è invece alcun bisogno di un nuovo centro commerciale.
  • Castiglione amica degli animali.

                       

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*