AGRICOLTURA

L’agricoltura è una parte irrinunciabile della nostra cultura e del nostro tessuto economico, la coltivazione della terra funziona da presidio e difesa del paesaggio agrario, ma soprattutto ci offre i principali mezzi di sostentamento. È questa la sua funzione primaria, spesso messa al margine da colture destinate a centrali a biomasse, secondo una logica inaccettabile. La sfida che va vinta è quella per la diffusione di sistemi agricoli sostenibili dal punto di vista ambientale e umano, di stampo ecologico e che garantiscano un sostentamento sicuro dei contadini che praticano un’agricoltura di piccola scala. Un’Amministrazione comunale che ama la propria terra deve darsi da fare per creare una rete che leghi i consumatori alle aziende del territorio, e coinvolga anche enti di ricerca e associazioni, con grandi vantaggi dal punto di vista della salute, dell’ambiente e dell’economia locale.

Obiettivi

  • Giovani in agricoltura: il settore soffre di una scarsa presenza di giovani, che vanno avvicinati al mondo agricolo e supportati nella scelta di intraprendere questa via.
    – Promuovere il settore agricoltura attraverso incontri con giovani agricoltori all’avanguardia, seminari, conferenze, giornate di studio, feste e tutte quelle iniziative che possono stimolare interesse per il mondo agricolo e contadino.
    – Verificare la presenza di terreni demaniali nella disponibilità del Comune, e, se presenti, prevederne la locazione a canoni molto agevolati o a canone zero a giovani agricoltori, per favorirne l’accesso alla terra.
    – Organizzazione di corsi che vadano da attività pratiche, come quella della potatura degli olivi o delle piante da frutto, alle nuove (o antiche) tecniche di coltivazione, come il bio-dinamico ecc. destinati a giovani e donne.
  • Kilometro zero: per sostenere il mercato interno, promuovere un’alimentazione sana e preservare la biodiversità.
    – Mense scolastiche: lavorare ad un progetto di progressivo inserimento dei prodotti a km 0 e a filiera corta nelle mense scolastiche.
    – Mercato contadino: dare vita e promuovere un mercato per i prodotti agricoli e artigianali a km 0 su uno spazio messo a disposizione gratuitamente dal Comune. L’Amministrazione deve preoccuparsi di creare le condizioni per la sua nascita e di promuoverlo e mantenerlo vivo.
    – Marchio comunale: riconoscibilità delle colture locali attraverso la creazione di un marchio comunale che identifichi i prodotti del luogo coltivati con metodo bio (pure se senza certificazione), da esibire nei mercati, nei menù dei ristoranti, negli esercizi commerciali e che valorizzi, con una menzione speciale, le piante da semi antichi e le varietà locali.
  • Promozioni di culture ecosostenibili come la canapa e di sistemi naturali di coltivazione.
    – Il Comune s’impegna a promuovere la coltivazione di colture ecosostenibili e in particolare della canapa attraverso incontri con esperti, facilitando la creazione di una rete di agricoltori interessati al progetto e attivandosi per l’intercettazione di fondi del Piano di sviluppo rurale.

                       

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*