Home / Ambiente e rifiuti / Nomine TSA: il PD premia i fedelissimi alla faccia della competenza

Nomine TSA: il PD premia i fedelissimi alla faccia della competenza

Nomine Cda TSA-

Il Movimento 5 Stelle di Castiglione del Lago vuole spiegazioni in merito alle recenti nomine dei vertici di TSA e giovedì in consiglio comunale interroga il Sindaco Sergio Batino.

In particolare è la nomina a Presidente del CdA di Alessia Dorillo, candidata PD del Trasimeno alle ultime elezioni regionali e prima dei non eletti in regione, a destare sconcerto.

La Trasimeno Servizi Ambientali è la società a capitale misto pubblico privato che si occupa della gestione dei rifiuti nei comuni del Trasimeno i quali detengono il 52% della proprietà. Il settore dei rifiuti, evidenziano i consiglieri 5 stelle, riveste un ruolo di grande importanza le cui scelte hanno ricadute enormi dal punto di vista ambientale, sociale ed economico nell’intero territorio lacustre. Rappresenta inoltre uno dei maggiori costi a carico dei cittadini. Ad esempio a Castiglione del Lago pesa sul bilancio per oltre 3 milioni di euro.

La gestione dei rifiuti in Umbria è attenzionata dalla Direzione Distrettuale Antimafia per pericolo di infiltrazioni mafiose come dimostrano le interdittive emesse a Gesenu, azionista di TSA e al consorzio Gest di cui TSA fa parte.

In una situazione così grave e delicata, ci saremmo aspettati dal nostro Sindaco, assieme ai colleghi del Trasimeno, un cambio di rotta e una scelta importante e trasparente nel selezionare la dirigenza di TSA pagata con i soldi dei cittadini. E invece, alla faccia del rinnovamento e della competenza, si insiste sul solito sistema: premiare i fedelissimi, specie se non eletti. E così si trova un posto, per giunta sulla poltrona più alta del CdA, ad una persona il cui Curriculum non evidenzia alcuna esperienza nel settore che andrà ad amministrare.

Anche sulla nomina del consigliere “in quota” Castiglione del Lago, il Movimento 5 stelle castiglionese chiede i motivi della scelta di Miriano Scorpioni, ex assessore con la giunta Fiorello Primi che prende il posto di Oscar Monaco, segretario Provinciale di Rifondazione Comunista e terzo alle primarie PD a Sindaco di Castiglione del Lago 2014.

E’ un caso, concludono i consiglieri 5 stelle, che il filo conduttore delle nomine nelle partecipate è rivestire o aver rivestito un ruolo nel partito o giunta di centro sinistra? O è la prassi?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*