Home / Ambiente e rifiuti / No polo del rifiuto lungolago: firma la petizione online!

No polo del rifiuto lungolago: firma la petizione online!

Foto aerea compostaggio petizione
A pochi giorni dalla conferenza di servizi che deciderà in merito al rilascio dell’Autorizzazione Integrata Ambientale per la costruzione di un impianto di compostaggio a Castiglione del Lago, il Movimento 5 stelle lancia una petizione online sul sito Change.org per fermarne l’approvazione.

Per i consiglieri 5 stelle castiglionesi, la localizzazione dell’impianto è scellerata: a soli 500 metri dalle rive del lago Trasimeno, in una Sito di Interesse Comunitario (SIC) e Zona a protezione Speciale (ZPS) con un nucleo abitato a pochi metri e con falda freatica sottostante di circa 1,5 m.

Per di più, proprio in quella zona, è previsto futuro tratto della pista ciclabile del Trasimeno.

L’impianto è destinato al compostaggio di 33.000 tonnellate annue di rifiuti organici quando in tutti gli 8 comuni del Trasimeno se ne producono meno di 7.000. Un progetto quindi sovradimensionato rispetto alle esigenze del territorio considerato anche che non esiste un piano industriale che indichi la provenienza delle materie prime in entrata. Altra preoccupazione è la possibilità di trattare fanghi di depurazione delle acque reflue civili e i fanghi da impianti agro-industriali.

Per il Movimento 5 Stelle il compostaggio è un ottima modalità di recupero del materiale organico ma in impianti con dimensioni adeguate ed in luoghi idonei.

La conferenza di servizi, riunione decisiva per l’autorizzazione alla costruzione dell’impianto, si svolgerà martedì 6 ottobre alle ore 9 presso l’ufficio AIA della Provincia di Perugia.

“Sappiamo che c’è pochissimo tempo – dichiarano i consiglieri Bistacchia e Cerboni del Movimento 5 stelle castiglionese – ma è un ultimo tentativo che va fatto: invitiamo pertanto tutti i cittadini castiglionesi e del Trasimeno, al di là degli schieramenti politici, a firmare e a diffondere la petizione online per far arrivare agli enti preposti la contrarietà di una intera comunità ad un progetto così assurdo e insensato che potrebbe creare un vero e proprio polo del rifiuto a pochi metri dal lago!“.

FIRMA SUBITO QUI DIFFONDI LA PETIZIONE!
NON C’E’ TEMPO DA PERDERE!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*